Microsoft sarà la prima a supportare l’emoji con il dito medio

Le emoji stanno diventando parte integrante della nostra quotidianità, dal momento che ci troviamo ad utilizzare questo speciale tipo di carattere con una sempre maggiore frequenza sulle varie piattaforme di messaggistia e sui social network in generale, da WhatsApp a Twitter passando per il maggiormente utilizzato Facebook. Come abbiamo già visto anche di recente, Instagram ha analizzato le emoji utilizzate al suo interno, con il risultato che nella metà dei testi inseriti nel social contengono almeno una faccina.

Non so se ci avete mai fatto caso, ma tra tutte le emoji rappresentanti i diversi gesti delle mani, dal pollice in alto alle dita incrociate, ne manca una – non proprio cordiale ed educata, ma comunque molto conosciuta – il dito medio. Come riporta Neowin, tutte le compagnie avrebbero rifiutato il supporto per questa particolare e anche offensiva emoji, tutte tranne una: Microsoft. Proprio l’azienda che attualmente è impegnata tra gli altri progetti nello sviluppo del suo nuovo sistema operativo, Windows 10, potrebbe secondo quanto si apprende dalla fonte supportare l’utilizzo dell’emoji dito medio proprio con l’uscita del nuovo OS in versione mobile.

Apple, come riportato da Neowin, avrebbe rifiutato di inserire nel suo recente aggiornamento software, iOS 8.3, la faccina con il dito medio, considerandola potenzialmente offensiva, ma pare che Microsoft abbia deciso di agire in maniera differente. L’emoji dovrebbe arrivare in diverse colorazioni, in linea con i diversi colori della pelle nel rispetto della multiculturalità. Non resta che attendere per sapere se la notizia verrà confermata da Microsoft e se il dito sarà utilizzabile su Windows 10 per smartphone.

Andrea Careddu

21 anni, blogger e appassionato tech. Laureato in Informazione, Media e Pubblicità all’Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo” e ora studente di Comunicazione e Pubblicità per le Organizzazioni. Mi trovi su www.acareddu.it.

Lascia un commento