Samsung Galaxy A3 vs A5 2017: la recensione comparativa (video)

Con l’inizio dell’anno, Samsung propone la nuova versione dei suoi device Galaxy di fascia media, la linea A. Confronteremo in questa recensione i due modelli A3 e A5 2017. Si tratta di due dispositivi Android 6.0.1 dal design semplice, volti alla praticità e alla compattezza. I device sono disponibili sul mercato in 4 colori super trendy: Black Sky, un nero lucido elegantissimo, Gold Sand, anche questo molto raffinato, Blue Mist, dal sapore un po’ retrò e Peach Cloud, sicuramente il più femminile.

Unboxing, dimensioni e design

Le confezioni di Samsung A3 e di Samsung A5 2017 sono identiche. Vediamo in breve, dunque, la dotazione dei due dispositivi.

  • Garanzia, PIN metallico e documenti vari
  • Cuffie auricolari n-ear con controller
  • Adattatore typeC-Micro USB, cavo USB-Type C
  • Caricabatterie

Per quanto riguarda le dimensioni dei terminali l’A3 è un 4,7 pollici, mentre l’A5 è un 5,2. Minimale la differenza tra i due smartphone, precisamente un solo centimetro di divario. Le specifiche di design sono, rispettivamente: 135.4 x 66.2 x 7.9 mm su 138 g il primo e 146.1 x 71.4 x 7.9 mm su 159 g il secondo.

Esteticamente i due modelli sono praticamente uguali, se si tralascia quella piccola differenza nelle dimensioni vista poco fa: il corpo dei dispositivi è uniforme, e camera e pulsante home non fuoriescono dal profilo. Impressionante la solidità che si avverte al tatto con la scocca dei dispositivi. Samsung ha investito molto sulla compattezza, ma non ha per questo tralasciato il comparto estetico: il dorso di questi smartphone è realizzato in vetro, che impreziosisce il tutto conferendo un tocco di eleganza. 

Sul fronte troviamo la fotocamera, lo speaker, il sensore, i tasti touch retroilluminati e un pulsante fisico con lettore di impronte digitali, che consente di registrare fino a 3 dita. Sul retro, sopra il logo Samsung, è locata la camera principale e il flash. Sulla cornice ci sono i tasti del volume, la presa type-C, il microfono, la presa jack 3,5 mm, il tasto d’accensione, lo speaker laterale e il vano estraibile.

Per il modello A3 il vano serve sia per la nano SIM sia per la micro SD. Diversamente, nel modello A5 troviamo due vani separati: il primo, sul fronte superiore, accoglie la micro SD; il secondo, posto lateralmente, accoglie la nano SIM. 

Soffermiamoci un momento sulla posizione dello speaker, che abbiamo visto essere di lato: elemento inusuale, dal momento che solitamente è posizionato nella parte inferiore dello smartphone. Ma… quando guardate un video, non tenete forse il telefono in orizzontale? E statisticamente, quando vi cade di mano, non cade quasi sempre con questa parte rivolta verso il basso?

Infine, i due modelli sono entrambi classificati IP68, ovvero resistenti alle infiltrazioni d’acqua e polvere. I dispositivi sono testati per non danneggiarsi anche sotto un metro e mezzo d’acqua per 30 minuti.

Hardware

Entrambi gli schermi sono Super AMOLED a 16 milioni di colori. La risoluzione è però differente: l’A3 possiede uno schermo HD, mentre l’A5 un Full HD. Parlando del processore, entrambi i modelli montano CPU octa-core rispettivamente a 1,6 e 1,9 GHz. Il leggero distacco di prestazioni si trova anche nella memoria RAM, 2 GB contro 3 GB.  La memoria interna invece è di 16 GB per il primo ed il doppio, 32 GB, per il fratello maggiore – entrambe espandibili fino a 256 GB. 

Per quanto riguarda la batteria, quella del galaxy A3 è  interna da 2350 mAh, mentre quella dell’A5 è da 3000 mAh. Quest’ultimo è inoltre dotato di tecnologia “Adaptive Fast Charging”, la ricarica rapida a cui ormai Samsung ci ha abituato e che permette di ottenere una buona autonomia in tempi ridottissimi. La batteria su ambo i modelli non è estraibile.

Veniamo ora al comparto fotografico. Il modello A3 ha due camere a 13 e 8 MP, mentre l’A5 ha entrambe le fotocamere da 16 MP. I filtri della fotocamera precaricati sono belli e permettono di ottenere scatti creativi. Ci siamo divertiti a scattare la stessa foto con diversi filtri e possiamo concludere che la resa è davvero buona. Entrambe hanno flash, auto focus e lenti a “numero f” 1,9, sia su camera anteriore che posteriore. I video, per tutti e due i modelli, vengono registrati a 1920x1080p a 30 fps.

Software

Facciamo adesso una rassegna di funzionalità interessanti che offrono questi dispositivi:

  • Standby Intelligente, che tramite la camera anteriore rileva quando lo schermo è in uso e previene lo spegnimento
  • Game Launcher e Game Tools che organizzano i giochi, consentono di registrarli ed offrono alcune migliorie per le sessioni videoludiche
  • Una moltitudine di gestures utilizzabili ad esempio per l’acquisizione schermo, per la chiamata diretta o per il muting.
  • Soltanto per l’A5, infine, è disponibile la modalità per utilizzo ad una mano.

Una menzione a parte merita la funzione “Always on Display”, che mostra – quando il telefono è bloccato – l’ora, la data, la percentuale di carica ed altre informazioni impostabili, rimanendo sempre visibile senza incidere in maniera marcata sulla batteria

Conclusioni

L’azienda sudcoreana mostra ancora una volta, con questa nuova generazione di smartphone, la sua competenza nel settore. Questi due dispositivi, molto simili fra loro, risultano appetibili ad una vasta fetta di pubblico.

Il modello A3 è un device che non manca di nulla, è più compatto nelle dimensioni della sua controparte ed è anche più economico. L’A5 tuttavia, migliora rispetto all’A3 qualità delle fotocamere e del display, ed offre un hardware più prestante. L’A3 e l’A5 2017 sono, in conclusione, smartphone validi sia nel comparto costruttivo, sia in quello tecnico, che in quello software.  Trovano il loro posto nel mercato in posizione intermedia, e si dimostrano la scelta giusta per chi cerca prestazioni e funzionalità senza arrivare al top di gamma.

Ovviamente trovate entrambi i device in vendita su ByTecno: il Samsung Galaxy A3 2017 è disponibile al prezzo di 289 euro, mentre il Samsung Galaxy A5 2017 è disponibile al prezzo di 399 euro.