Google PhotoScan, da foto stampate a immagini digitali

Vi è mai capitato di trovare una vecchia fotografia stampata che tanto vi piace, e dover scattare una foto alla foto con il vostro smartphone per mancanza di uno scanner o di tempo per andare a scannerizzare la stessa. Il risultato è difficilmente di alta qualità, e spesso si tratta di immagini con riflessi e angolature sballate, molto lontane dai risultati. Da oggi però la situazione cambia, grazie all’introduzione di Google PhotoScan, un’applicazione firmata Google che permette di trasformare, semplicemente usando la fotocamera del proprio smartphone, una stampa fisica in una foto digitale in alta qualità.

Come riportato dal sito statunitense The Verge, l’applicazione è stata sviluppata dal team di Google Foto, ed è disponibile attualmente su Google Play Store (Android) e App Store (iPhone). Gli utenti potranno, utilizzando Google PhotoScan, effettuare la scansione molto semplicemente, con un’interfaccia semplice ed essenziale che ricorda quasi quella di un videogioco. La scansione stessa non è proprio istantanea, ma vale la pena attendere qualche secondo considerando la qualità dell’immagine che si ottiene utilizzando Google PhotoScan, leggermente inferiore a quello che sarebbe il risultato dell’utilizzo di uno scanner tradizionale.

L’utilizzo dell’applicazione non richiede un login e quindi la creazione di un account, e alla prima apertura ci si trova direttamente all’interno della fotocamera, con le istruzioni da seguire per effettuare la scansione di una fotografia, che consistono semplicemente nell’inquadrare la foto cartacea stessa all’interno di una cornice. A questo punto, nell’interfaccia appariranno quattro pallini sopra la foto, e per la scansione sarà necessario spostare la lo smartphone sopra ognuno di questi pallini, e mantenerlo sinché il cerchio intorno non è completo. Una volta effettuata la stessa procedura su tutti e quattro i punti, la scansione con Google PhotoScan è completa, e si potrà passare direttamente alla prossima.

Le immagini vengono automaticamente tagliate, ruotate e corrette nel colore, e possono essere salvate all’interno di Google Foto (o nel rullino fotografico) con un solo tocco. Ecco quindi i link per scaricare l’app su iPhone o su Android.

Andrea Careddu

21 anni, blogger e appassionato tech. Laureato in Informazione, Media e Pubblicità all’Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo” e ora studente di Comunicazione e Pubblicità per le Organizzazioni. Mi trovi su www.acareddu.it.