Samsung Gear S3, tutto quello che c’è da sapere

Una data precisa, da Samsung, ancora non è stata fornita, eppure negli scorsi giorni è trapelata una voce non ancora smentita che vorrebbe l’arrivo dell’attesissimo Samsung Gear S3 per metà novembre.

Noi di ByTecno inoltre abbiamo avuto l’occasione di ospitare nella nostra sede il Supervisor di Formazione Samsung, Sergio Delli Noci, che ci ha descritto alcune caratteristiche e alcune peculiarità che, secondo lui, renderanno questo smartwatch un prodotto vincente. Di seguito eccovi il video che abbiamo realizzato:

Come avrete visto anche nel video Samsung Gear S3 sarà disponibile in due differenti versioni, quella Classic con un cinturino in pelle molto elegante, e quella Frontier più aggressiva pensata per l’outdoor.

Si tratta di un dispositivo pensato per tutte le occasioni e che la certificazione IP6x – IP68/67 salvaguarda da tutte le situazione di vita quotidiana: dal semplice lavarsi le mani, agli allenamenti in piscina. La batteria inoltre è stata migliorata rispetto ai modelli precedenti, ed adesso è da 380 mAh.

Il vero punto di forza di questo prodotto è assolutamente la memoria, da 4 Gb, che consentirà di archiviare una vasta quantità di file multimediali. Il display infine sarà un Super AMOLED da 1,3 pollici con Gorilla Glass SR+, per un diametro complessivo del Samsung Gear S3 di 46 millimetri.

Samsung Gear S3 – Specifiche tecniche

Ricapitoliamo quindi la scheda tecnica, aggiungendo alcuni dettagli di cui ancora non abbiamo parlato:

Peso 57 grammi
Dimensioni display 1.30 pollici
Risoluzione 360 x 360 pixel
Tipo di display Super AMOLED
Batteria 380 mAg
Ricarica Wireless
Sistema Operativo Tizen OS 2.3.2
Processore Dual core 1.0 GHz
RAM 768 Mb
Memoria Interna 4 Gb

Conclusioni

Il mercato degli smartwatch (clicca qui per saperne di più) subirà sicuramente una grossa scossa con il Gear S3. Ci troviamo davanti ad un dispositivo sicuramente di fascia alta e che ha puntato tutto sul design.

Un device sicuramente bello da vedere e che forse colma quella lacuna che ancora non ha permesso a questa specifica categoria di indossabili di sfondare sul mercato. Dopotutto l’orologio è ancora prepotentemente un oggetto da dover sfoggiare e da abbinare in base al proprio look, e ad essere sinceri quanto visto fino ad oggi non è riuscito minimamente a reggere il confronto, in termini puramente estetici, con la maggior parte dei cronografi che conosciamo.

Tommaso Calascibetta

Amante della tecnologia, innovatore in pantofole e vestaglia. Nerd elegante: ho il joystick di Armani e gli analogici in vera pelle.